how to create your own web page

DIVENTARE DONATORE DI SANGUE

Scopri come diventare donatore di sangue e partecipipare a una attività volontaristica davvero importante per la collettività.

La donazione di sangue è un atto di altruismo verso gli altri e verso sé stessi. Può sembrare retorico ma non lo è. Ognuno di noi potrebbe un giorno aver bisogno di sangue, per tutta una serie di motivi, e in quest’ottica i donatori sono fondamentali. Scoprite quindi grazie a questa guida come diventare donatori di sangue e divenire partecipi di una attività volontaristica davvero importante per la collettività.

Diventare donatore non comporta alcun obbligo, si può smettere in qualsiasi momento a fronte di nuove situazioni di salute o anche di un semplice ripensamento. Inoltre, i contratti di lavoro prevedono la possibilità di donare il sangue senza dover prendere un giorno di ferie: dopo la donazione si torna a casa e la giornata viene regolarmente retribuita dal datore di lavoro, previa presentazione del certificato di donazione, che viene rilasciato dalla struttura stessa.

Come si diventa donatore periodico
Chi desidera diventare donatore deve effettuare gli accertamenti sanitari preliminari (VISITA d'IDONEITA').

Modalità di accesso alla visita d'idoneità.
1. - Presentarsi al centro trasfusinale a digiuno da almeno 8 ore, muniti del documento     d'identità, codice fiscale e tessera sanitaria.
Il donatore non effettua alla prima presentazione la donazione di sangue ma viene sottoposto a:
2. - visita medica e colloquio con il medico
    Nel corso del colloquio il medico si informerà sulle condizioni generali di salute e sulle     eventuali patologie a carico del donatore e dei familiari, la cosiddetta anamnesi, nulla     di lesivo per la privacy, ma ci sono dei parametri che vanno necessariamente     rispettati. Sempre nel corso del colloquio, il dottore misura il battito cardiaco e la     pressione arteriosa, controlla il peso, in quanto le persone che pesano meno di 50     chilogrammi non possono effettuare la donazione. Alla fine viene prelevata una     minima quantità di sangue sulla quale effettuare tutti gli esami necessari a stabilirne     l'idoneità.

3. - esami del sangue:
    » - controllo per le principali infezioni a trasmissione con il sangue (epatite B, epatite     C, AIDS, sifilide) e funzionalità del fegato (transaminasi ALT),
    » - emocromo,
    » - elettroforesi,
    » - sieroproteica,
    » - ferrittina,
    » - glicemia,
    » - creatina,
    » - protidemia,
    » - colesterolo totale,
    » - trigliceridi  

4. - ECG (elettrocardiogramma).
La comunicazione dell'esito degli accertamenti sanitari viene notificata al donatore per posta (entro 15-25 giorni), mentre per ripetizione di esami urgenti l'interessato viene contattato telefonicamente.  

Il donatore deve condurre uno stile di vita normale, non deve far uso di droghe. Niente alcol inteso come predisposizione all'eccesso per più di una volta a settimana: chi alza un po' il gomito il sabato sera in discoteca o ad una cena con amici può tranquillamente candidarsi, come anche chi beve un bicchiere di vino ogni sera a cena. Se la frequenza è maggiore, fino ad arrivare all'alcolismo, la donazione è esclusa.

Riguardo le malattie infettive a trasmissione sessuale, capitolo che conta molti paragrafi, dall'AIDS alla sifilide alle malattie veneree, giusto per citare le più note. Qualora si intrattengano rapporti sessuali di tipo promiscuo o comunque non protetto, è il caso di astenersi direttamente dal donare il sangue, senza neanche presentarsi al centro trasfusionale.

Gli 8 principi etici del donatore
1. - Anonimato - L'identità del donatore e del ricevente sono gestite nel rispetto della     privacy dagli operatori del Sistema trasfusionale e dalle associazioni di volontariato.
2. - Libertà di scelta - La donazione del sangue è una scelta libera e consapevole.
3. - Non-profit - Il sangue e gli emocomponenti non possono essere fonte di profitto; il     valore di una unità di sangue/emocomponente è fissato in base agli oneri sostenuti     per la raccolta, la preparazione, la qualificazione e la distribuzione dei prodotti     sanguigni.
4. - Gratuità - La donazione del sangue è gratuita e non può essere remunerata in     alcun modo. In Italia la donazione a pagamento è perseguibile per legge in base     all'art. 22 della legge 219/2005.
5. - Igiene - Per ogni donatore, il materiale utilizzato per il prelievo è sterile e monouso.
6. - Sicurezza - La gratuità, la visita pre-donazione ed i test diagnostici effettuati     assicurano la sicurezza dei prodotti trasfusi ai malati e la tutela dello stato di salute     dei donatori.
7. - Qualità - Il rispetto delle buone pratiche e i numerosi controlli sui materiali utilizzati     garantiscono la miglior qualità dei prodotti trasfusionali.
8. - Periodicità - Il sangue di donatori periodici rappresenta una garanzia di affidabilità e     sicurezza per il ricevente nonché certezza di approvvigionamenti. Il donatore     periodico è controllato dal punto di vista medico, in quanto sottoposto ad accurate     visite e attenti controlli sul sangue.

Mobirise
Indirizzo

via XX Settembre, 39
67044 - Cerchio (AQ)

Contatti

Email: avis.cerchio@libero.it 
pec: aviscerchio@pec.aviscerchio.it

© Copyright 2017  Francesco Pietroiusti - Tutti i diritti sono riservati